• Sofia Sarie

Anima creativa di Narguess

Aggiornato il: 3 ott 2020




Narguess Hatami, designer e fondatrice del marchio MIAHATAMI, racconta della sua nuova collezione F/W 2020-2021.

Miahatami, la linea di abbigliamento ed accessori donna nasce con la stagione FW 15-16. Narguess propone al pubblico un progetto globale di stile che porta il suo nome, o meglio, il suo cognome preceduto dalla parola mia, che sottolinea quanto questo progetto appartenga davvero alla stilista e rifletta appieno i suoi credi estetici, le sue radici e il know-how da lei maturato nel corso degli anni. Il brand rimanda ad un approccio al fashion dall’identità ben definita che si propone di essere un punto di incontro tra Medio Oriente e design europeo.


1)  Qual è la fonte di ispirazione della collezione A/I 2020/21? Per la collezione autunno inverno 2020-21 mi sono inspirata a delle case storiche della città di Kashan, a 300 km da Tehran. In particolare alle vetrate della casa dei Tabatabai e al soffitto di una delle stanze della casa dei Abbasi.


2) Riguardante la collezione citata potrebbe descrivere le caratteristiche dei capi , accessori , dettagli...?

Per questa collezione ho deciso di vestire la donna Miahatami con le forme molto ampie, le balze in tutto l’abito e i fiocchi fatti con i nastri di raso che cadono lungo tutto l'abito. Volumi ampi e avvolgenti che creano movimento e femminilità. Inoltre ho voluto anche creare dei look mono colore, che invitano ad una rigore e pulizia.


3) Nella collezione ci sono lavorazioni particolari nei materiali da lei usati ? Tutte le stampe presenti sono state ricreate dalle fotografie che ho fatto visitando le case in Kashan. Oltre questo ci sono anche dei ricami fatti a filo che ricreano le stelle, la luna e il sole che sono presenti sul soffitto della stanza in casa Abbasi. 



4) Ha mai rinnovato un capo dalle collezioni precedenti ? Capita molto spesso che rinnovo dei capi delle collezioni passate. Sopratutto se un capo è piaciuto tanto ai miei clienti, cerco di rinnovarlo e riproporlo nella chiave più moderna che possa sposare bene con la nuova collezione.

5) Che tipi di accessori ha utilizzato nella sua collezione ? Accessorio che ruolo gioca nel particolare ? L’accessorio ha un ruolo abbastanza importante in un look. Delle volte regala quel piccolo tocco che serve per dare un ponto luce o di colore ad un outfit mediocre. Nelle collezioni passate avevo creato anche accessori Miahatami per completare i miei look. In questa stagione invece ho preferito concentrarmi di più sui abiti. Ma sicuramente in futuro tornerò ad inserire anche gli accessori.




6) Come descriverebbe MIAHATAMI? Miahatami cerca di essere il punto di incontro tra le due culture, quello persiano e quello occidentale. 7) Ci racconta il processo creativo dietro una collezione e quale è la parte che ama di più ? I processi creativi sono personalizzati, ogni creativo ha il suo processo personale. Ma nella moda, in grandi linee, gli step sono sempre gli stessi: il primo passo è trovare il mood e l’ispirazione per la collezione. Tra le foto, Luoghi, film, teatro, musei, ricordi, viaggi…. E successivamente creare un “Mood-board” : raccogliere delle foto e immagini, disegni, pezzi di tessuto, qualsiasi cosa che possa essere d’ispirazione e in tema con il mood della collezione, metterli insieme e creare un Board. Il passo successivo è di trovare i materiali; tessuti, filati, accessori come bottoni, zip ed etc. Un modo molto facile per trovare tutti i materiali sono le fiere, come “Milano unica" ad esempio.  Una volta scelti i materiali, si comincia a creare la collezione, disegnando i capi avendo il mood della collezione e il materiale da utilizzare in mente. Dopodiché i passaggi sono: modellista che crea il cartamodello passa il tutto la tagliatrice e la sarta che creano il capo . Una volta pronto il prototipo, la modellista e la stilista provano il capo sulla modella (sdifettano il capo) e in quel momento vengono fatte le modifiche necessarie per far sì che il capo sia perfetto. In questa fase può anche succedere che il capo venga completamente trasformato. Una volta perfezionato il prototipo, si va in produzione del capo campione, che poi andrà in showroom per le vendite.




8)  Quale è stata la sua soddisfazione più grande fino ad oggi ? Direi aver avuto il coraggio di mettermi in propria e seguire il mio sogno, ma anche vincere il concorso "Who is on Next 2016?” Ed essere premiata da Franca Sozzani non è stato cosi male.

9) Cultura Persiana ed Europea  in particolare Italiana , in quale forma compaiono ciascuna i esse nelle sue collezioni ? La cultura europea, direi che è presente in tutte le forme e stile che cerco di avere nelle mie collezioni, ma la cultura Persiana è l’anima delle collezioni Miahatami: i colori, l’architettura, l’arte, la letteratura sono in tutti i colori, le stampe, le minuterie e i ricami. Cerco di mischiare il meglio tra le due culture per creare qualcosa che duri nel tempo e che sia riconoscibile anche dopo tanti anni.



































7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti