• Beatrice Loconte

Musei a portata di click

Aggiornato il: 8 mag 2020

Direttori e dirigenti dei musei hanno preso immediate contromisure alla quarantena imposta per la pandemia in corso. Sul web si sono moltiplicate le iniziative per il pubblico: se non puoi andare al museo è il museo che viene da te. Nessun visitatore invadente davanti alle opere, nessuna la fila, nessun biglietto da pagare, moltissimo tempo e altissima risoluzione per garantire un’esperienza nuova, immersiva e tutta da scoprire.

La lista delle istituzioni museali che hanno aderito all’iniziativa è sconfinata, a partire dal Metropolitan di New York. E poi ci sono la Pinacoteca di Brera, i Musei Vaticani, gli Uffizi, che con la loro campagna social Uffizi Decameron condividono un audio per spiegare le opere d’arte. Il Louvre offre la vista a 360° della celebre piramide di vetro, mentre il Prado è gestito dall'intelligenza artificiale, guida all’arte di ultima generazione, con dettaglio civettuolo del direttore, che ha deciso di prestargli la sua voce.

Chi ancora non ne avesse abbastanza può rivolgersi a Google, dipartimento Arts & Culture, in continuo aggiornamento con visite 3d nei musei di tutto il mondo. Certo ci mancheranno per un po’ quelle situazioni surreali fissate dagli scatti di Stefan Draschan, ma intanto che superiamo il picco epidemico l’arte ci resta vicina da lontano.



#museum #virtualmuseum #arte #newexperience

Beatrice Loconte, Wiredoll

69 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Hmong bookmark